Guida agli episodi Prologo Atto 1 Atto 2 Atto 3 Atto 4

Produzione #V813 - Episodio 13

In Your Eyes

("XENA" E IL RITORNO ALL'ACCADEMIA)


SCRITTO DA
Susanne Beck, TNovan
& Melissa Good


DIRETTO DA
Denise Byrd


PRODOTTO DA
C
arol Stephens


TRADUZIONE ITALIANA
Scanto

SCREENGRABS
Judi Mair


ARTWORK
Lùcia


TITOLI GRAFICI
Linda (Calli)


ASSISTENZA TECNICA ITALIANA
Harry


 

PROLOGO

 

APERTURA SU:

 

EST. PRATO - ALBA

 

Un bellissimo prato montano con una profusione di fiori di ogni colore dell'iride, le cui corolle vibrano alla leggera brezza primaverile. Il cinguettio degli uccelli e il fragrante profumo della natura che cresce riempiono l'aria.

 

Gabrielle, in piedi su una bassa collina, osserva il sole levarsi alla vista in tutto il suo raggiante splendore.

 

Xena è seduta con le gambe incrociate al centro del prato, con le mani rivolte palmi all'insù abbandonate sulle cosce. Ha gli occhi chiusi e sembra che non respiri nemmeno, tanto è immersa nella sua trance meditativa. Accanto a lei, un piccolo arco ed una faretra colma di frecce espertamente fabbricate a mano.

 

In vari punti del grande prato... legati intorno allo spesso stelo di un alto fiore, tra i rami più elevati dell'unico albero presente, o tenuti fermi dal peso di un sasso... sventolano brandelli di tessuto dai colori vivaci.

 

Quando il sole ha ormai illuminato pienamente l'orizzonte, sorridendo Gabrielle si volta verso la compagna immobile come una statua. Il suo sorriso si fa più caldo e luminoso mentre ridiscende il lieve pendìo.

 

Sentendola avvicinarsi, Xena sorride a sua volta, anche se i suoi occhi restano chiusi e il corpo inerte.

 

XENA

Pronta?

 

 

GABRIELLE

Quando vuoi.

 

XENA

Chiudi gli occhi.

 

GABRIELLE

Sono chiusi.

 

XENA

E... adesso.

 

Riaprendo gli occhi, Gabrielle si gira verso il primo brandello di tessuto. Prima ancora che riesca a focalizzarlo bene, questo viene trapassato da una freccia. Velocemente, volge la sua attenzione al secondo, e anche questo viene trafitto appena una frazione di secondo dopo che lei l'ha individuato.

 

E così via, un bersaglio dopo l'altro, tutti colpiti dalle frecce di Xena nel momento stesso in cui Gabrielle punta lo sguardo su di loro.

 

Finalmente, con un leggero sorriso di compiacimento, Xena rilassa la postura, con gli occhi tutt'ora chiusi. Sul prato risuona la risata deliziata di Gabrielle.

 

GABRIELLE

Stupefacente!! È proprio come se tu
davvero vedessi attraverso i miei occhi!

XENA
Ed era così.

GABRIELLE
(ammaliata)
Mi insegni a farlo, per favore?

 

Xena riapre gli occhi e sorride amorevolmente all'entusiasmo di Gabrielle.

 

XENA
Be', visto che me lo chiedi così gentilmente...

 

 

Battendo le mani per l'eccitazione, Gabrielle annulla la distanza tra loro, gettando le braccia al collo della compagna e tenendola stretta.

 

GABRIELLE
Ti ho mai detto che sei la migliore?

XENA
(maliziosamente)
Be'... credo che tu l'abbia fatto l'altra n...

GABRIELLE
(parlandole sopra)
Ha. Ha.
(pausa)
Allora, cosa devo fare?

 

Xena prende le mani di Gabrielle nelle sue.

 

XENA
Siediti qui di fronte a me.

 

Le due donne si siedono a terra. Xena torna alla posizione a gambe incrociate, mentre Gabrielle assume quella più familiare a lei del Loto.

 

GABRIELLE
Bene, e poi?

 

Xena si porta la mano di Gabrielle verso il collo. Gabrielle s'irrigidisce.

 

GABRIELLE
(proseguendo)
No, Xena, ti prego. Non questo.

 

 

Gli occhi di Xena si addolciscono nella comprensione. Lasciandola, Xena si toglie le protezioni dei polsi, poi le riprende le mani.

 

XENA
Metti le dita qui. Proprio
dove c'è la pulsazione.
(pausa)
Senti il battito del cuore?

GABRIELLE
(piano)
Sì.

XENA
(dolcemente, ipnoticamente)
Bene. Ora chiudi gli occhi e concentrati
sul mio battito. Lascia che ti entri dentro.
Rilassati. Non ascoltare nient'altro che
il battito del mio cuore sotto le tue dita...
Non ti stai concentrando, Gabrielle.

 

Si alza una palpebra, rivelando un occhio verde.

 

GABRIELLE

So come si medita, Xena. Inoltre,
non che non lo trovi divertente, ma
perché lo stai facendo così? Tu non
ti sei concentrata sul mio battito.

 

Sorridendo, Xena risponde con grande sincerità.

 

 

XENA

Io ho il battito del tuo cuore memorizzato
dentro di me da anni, amore mio.

 

 

Sulle labbra di Gabrielle nasce un sorriso lieve, quasi timido, che per Xena è più bello del sole che sorge.

 

XENA

(proseguendo)

Vogliamo riprovare?

 

Gabrielle annuisce e chiude gli occhi.

 

 

XENA

(proseguendo)

Rilassati e respira. Rilassati e respira.
Concentrati sul mio battito e nient'altro.
Rilassati e respira. Rilassati e respira.

 

La voce di Xena gradualmente si attenua e le due donne siedono in un mutuo silenzio meditativo per molti lunghi momenti.

 

Infine Gabrielle riapre gli occhi. E li spalanca, restando a bocca aperta.

 

GABRIELLE

Xena?

 

XENA

(con gli occhi ancora chiusi)

Mm?

 

GABRIELLE

Credo... credo che ci sia un problema.

 

 

DISSOLVENZA.

 

FINE DEL PROLOGO

 

 

ATTO 1